Decidi Tu

 

DECIDI TU

di Antonio Distefano

In molte occasioni della mia vita sia professionale che privata mi trovo a riflettere sul significato della crescita e del miglioramento di se stessi. Credo che nessuno sarebbe disposto a negare che lo sforzo, la decisione verso un traguardo di perfezionamento psicologico di sé sia qualcosa di positivo e sempre raccomandabile. Quando si intenda migliorare il proprio carattere, ad esempio, si compie innanzitutto un atto di cura e di amore verso se stessi. Come già in passato ho cercato di esprimere, trovo singolare che quando il discorso si sposta sull’aspetto esteriore e sulla cura del fisico le opinioni divergano molto più radicalmente. Come mai oggi certe attenzioni per l’aspetto estetico suscitano scherno, diffidenza, addirittura negazione? Credo che la cultura mediatica degli ultimi anni abbia una grossa parte di responsabilità nello svilimento e nella deformazione grottesca di quella che originariamente è sempre una buona intenzione: piacere di più a se stessi.Nulla possiamo conoscere della nostra bellezza se non nello specchio degli altri? Vuol dire forse che la bellezza debba risiedere nel conformarci alle conferme altrui? Certamente no. Nondimeno tuttavia questa suggestione ci rende chiarissima l’importanza di rivolgerci al nostro desiderio di miglioramento in un modo sincero e decisamente volitivo, indipendentemente dalle volontà o giudizi altrui. Credo che questo dipenda soprattutto dal fatto che in realtà non veniamo mai giudicati soltanto per il nostro aspetto, ma sempre insieme anche per l’intenzione che poniamo nell’apparire, nel modo in cui scegliamo di farlo. Le dimensioni del desiderio di miglioramento psicologico ed estetico sono inestricabili. Siamo fatti di questi due elementi, ma restiamo sempre un’unità, che come tale si manifesta agli altri, e di riflesso a noi stessi. Un intimo desiderio di miglioramento dell’intero che siamo lo hanno tutti, ma su come realizzarlo effettivamente, in fondo, decidi tu. Nella mia vita professionale mi sono reso conto di quanto la soddisfazione di un desiderio che in sé è sempre positivo sia in realtà delicata. Se nemmeno il pensatore più profondo riuscirà mai a penetrare il segreto di un’anima e a plasmarla secondo la sua volontà, il lavoro sul miglioramento fisico, specialmente quando compiuto con i potenti ma delicatissimi mezzi della chirurgia estetica, è una responsabilità in cui chi vi si approccia rimette completamente la sua fiducia nelle mani di un’altra persona. Se la decisione di come migliorarsi psicologicamente resta sempre nell’intimo del nostro cuore, la fisicità del miglioramento corporeo è qualche cosa che possiamo decidere solo nell’affidarci ad un esperto. In questo contesto mi sembra che sia fondamentale la chiarificazione del termine “miglioramento”: se per le qualità morali questo si presta ad una comprensione abbastanza intuitiva, per quanto riguarda la chirurgia estetica ben sappiamo dove possono portare certi “miglioramenti” che altro non sono se non deformazioni ed eccessi. Il miglioramento che la chirurgia estetica rende possibile è sempre e soltanto quello che non ci altera, ma che ci fa ritornare veramente noi stessi quando il tempo o altre circostanze ci abbiano privato della realtà fisica che effettivamente sentiamo nostra. Il vero miglioramento è quello che rende impossibile ogni scherno, ogni parvenza di eccesso: è la vera cura di se stessi, l’autentico desiderio di perfezionamento, che risiede soltanto nell’equilibrio. Decidi tu: è vero, e proprio perché la decisione è quella di un vero e sincero perfezionamento dell’aspetto è fondamentale che chi sarà chiamato ad operarlo sia qualcuno che sappia rispettare questa decisione, e rendere giustizia attraverso la competenza a un desiderio che in sé è sempre legittimo. Come si concretizza in pratica la bontà di questa decisione? Non mi stancherò mai di ripeterlo, che e’ fondamentale accertarsi completamente della serietà di chi avrà il delicato compito di realizzare nella pratica la nostra decisione.Deve essere compito di noi professionisti di questo settore fare sì che il “decidi tu” dei nostri pazienti non sia gravato dal timore di un eccesso di responsabilità. In chirurgia estetica non esistono soltanto le complicanze: esistono purtroppo anche gli eccessi. Quanto cerco di divulgare scaturisce da un grande amore per il mio lavoro: sogno un giorno in cui chiunque possa decidere di donarsi un intervento senza il timore del giudizio, senza il timore delle mani di qualcuno che dimentica la intima bontà del nostro desiderio.

 

Dr. Antonio Distefano 
Sede Legale Via Roncaglia, 14 | 20146  Milano (MI) | P.IVA: 04211100963 Email: info@antoniodistefano.it
Studio Medico Via Quadronno, 6  | 20121 Milano (MI) | Tel.: +39 0258314665 | Email: info@antoniodistefano.it
Dr. Antonio Distefano | Laurea in Medicina e Chirurgia, Università di Catania, 1997|Specialista in Chirurgia Plastica e Ricostruttiva Università degli Studi di Genova, 2003

Il sottoscritto dichiara che il messaggio informativo contenuto nel presente sito web è diramato nel rispetto delle linee guida contenute nelle "Direttive per l'autorizzazione della pubblicità e dell'informazione su siti internet e per l'uso della posta elettronica per motivi clinici". Dichiara, inoltre, che il sito web corrisponde alle linee guida inerenti l'applicazione degli art. 55-56-57 del Codice di Deontologia Medica (pubblicità dell'informazione sanitaria). Le informazioni contenute all'interno del presente sito web non devono essere intese come sostitutive del parere clinico del medico, pertanto non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione.
I consigli forniti sul Blog Decidi Tu vanno intesi come suggerimenti di comportamento. La visita medica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.